Food marketing: l’importanza del visual e dei video

06 dicembre, 2018 Tag:, , ,
Food Marketing

Chi avrebbe mai immaginato che l’antica prassi delle nostre nonne di scrivere ricette su preziosi diari tenuti nascosti nel fondo di un cassetto sarebbe diventata la medesima che oggi è alla base del successo del food marketing, la stessa che conquista milioni di fans su Youtube, attratti da video che dettagliano passo dopo passo la realizzazione di quel dolce al limone che solo a vederlo sembra sofficissimo?

Il settore food è in continua crescita, d’altro canto l’amore per il cibo e la rinnovata attenzione per quello che mangiamo ci accomuna proprio tutti, ricchi e poveri, giovani e anziani, di qualsiasi ceto sociale d’appartenenza, in ogni angolo del mondo.

Il settore food funziona molto bene sui social: il social media nel food conquista il podio delle preferenze di chi ama il cibo sano, ben fatto, gustoso e nutriente…quindi, praticamente, di tutti.

Basta scorrere un po’ la bacheca di Facebook per visualizzare ricette condivise, salate o dolci che siano. Tradizionali o originali, non fa differenza: quello che importa è l’effetto visivo che di ciò che viene pubblicato. È quello ad attirare l’attenzione, effetto propulsore delle condivisioni sui social.

Food marketing: quanto conta un buon piano di content marketing?

Sebbene la maggior parte dei marchi alimentari abbia appreso l’importanza del food marketing per tenersi a galla nel mare della spietata concorrenza, non sempre le campagne attivate sono all’altezza delle aspettative. Sia di quelle delle aziende stesse sia di quelle dei consumatori.

C’è spesso qualcosa che manca e il social media nel food non è sempre valorizzato come dovrebbe.

Così vengono promossi contenuti in modo non coerente sui social media e altri canali di distribuzione del marketing. A volte alcune aziende alimentari optano per promozioni una tantum anziché creare una strategia di contenuti coerente e costante.

Eppure, i consumatori sono affamati di contenuti alimentari.

Basta una foto fatta in maniera molto professionale che mostra un piatto succulento e gustoso, perché no, accompagnato da un buon bicchiere di vino, per suggerire condivisioni a tutto spiano.

Tuttavia, non basta ovviamente una sola bella foto.

Cosa allora?

Qualche buona strategia di food marketing da non lasciarsi sfuggire

Ecco alcuni consigli su come definire una strategia di content marketing, in ambito alimentare, efficace e soddisfacente per il cliente:

Metti in risalto le qualità dei prodotti utilizzati

Una buona campagna di food marketing deve puntare a mettere in risalto le preferenze del pubblico di oggi: l’attenzione per la salute e il benessere, la sostenibilità degli ingredienti utilizzati e tutto ciò che va di pari passo con uno stile di vita attivo.

Come iniziare? Conosci i valori dei tuoi prodotti? Non aver paura di condividerli!

Stai proponendo nuovi ingredienti, magari a km 0, nuovi sapori che evocano quelli provenienti da altre parti del mondo? Gridalo a gran voce nei tuoi contenuti di food marketing.

Tieni sempre informati i visitatori su tutto

Le persone oggi son divenute tutti consumatori più consapevoli, più attenti, che vogliono essere più informati, vogliono conoscere le storie che stanno dietro a ciò che mangiano.

Come viene prodotto il cibo? Da dove provengono gli ingredienti? A cosa fanno bene?

Ecco, diamo risposta anche a tutti questi potenziali interrogativi e di certo vedremo popolate e condivise le nostre pagine social.

Cura l’audio come altro fattore trainante

Da non trascurare in un buona campagna di food marketing che si rispetti è anche l’attenzione e la cura per i contenuti audio.

Questi sono già di per sé in grado di migliorare il modo in cui gli utenti interagiscono con il tuo prodotto. Allo scopo conta tanto conoscere il target di riferimento.

Se il pubblico è giovanissimo – quello attratto da ricette con Nutella Ferrero ad esempio – la musica deve essere quella amata dai ragazzi di oggi.

Al contrario, in presenza di ricette più impegnative e raffinate – piatti di pesce elaborati – cosa di meglio di una buona musica soft o classica.

Il social media nel food è veicolo di sicuro successo: basti pensare al canale “Fatto in casa da Benedetta” che conta ben 4 milioni di mi piace solo su Facebook.

Facciamone dunque tesoro e il successo non tarderà ad arrivare.

Vuoi sfruttare al meglio i tuoi canali social senza omettere proprio nulla? Contattaci!

Vuoi sfruttare al meglio i tuoi canali social senza omettere proprio nulla? Contattaci!