Il turismo sta cambiando: ecco come restare al passo

09 Giugno, 2021 Tag:, , ,
grafica blog

Due fenomeni stanno ridefinendo profondamente le priorità e le aspettative dei turisti che decidono di partire: la crisi climatica e la sicurezza sanitaria. Prevedere gli scenari futuri è essenziale per adottare strategie d’impresa vincenti.

I due motori del cambiamento

La crisi climatica e la sicurezza sanitaria si affermano nella mente dei consumatori come priorità inderogabili, capaci di guidare le loro scelte di viaggio.

Questa osservazione emerge dall’ultima ricerca di Giaccardi&Associati, che sottolinea come la bellezza italianana quale attrattiva per il turismo estero non basti più. Sicurezza, sostenibilità e una solida reputazione divengono invece fattori imprescindibili, da implementare e da integrare nella propria strategia comunicativa.

I turisti vogliono sentirsi sicuri, prima e durante il soggiorno, oltre che trascorrere la loro vacanza in piena armonia con l’ambiente e le comunità ospitanti. Parole d’ordine sono quindi eco-sostenibilità e responsabilità sociale.

 

Non vince la specie più forte, ma quella che si adatta

La pandemia in atto ha avuto un ruolo primario nel ridefinire tra i turisti le aspettative e le concezioni di vacanza. Per far fronte a uno scenario sempre più fluido e mutevole, tornano utili alle imprese turistiche alcune linee guida per ridefinire le loro strategie future.

 

1. Conosci la nuova sensibilità della domanda

Conoscere la nuova sensibilità sviluppata dalla domanda e le sue esigenze emergenti è essenziale. Tra gli obiettivi del turista contemporaneo spicca la necessità di ritrovare pace ed equilibrio, sia per il corpo che la mente. Riconosciamo in questa tendenza la diretta conseguenza della pandemia e dello stile di vita che essa ha forzatamente portato con sé.

Nella tua comunicazione di marketing, evidenzia quindi come il turista potrà rigenerarsi durante un soggiorno presso la tua struttura, cenando al tuo ristorante oppure facendo una passeggiata sul territorio.

Ulteriore trend in crescita è quello dell’Holiday Working. Nel 2020, il 39% delle strutture ricettive ha ospitato turisti fuori stagione che hanno trascorso periodi di remote working lontano da casa e dalle mete più tradizionali. La vacanza, quindi, cambia forma, sino a diventare un nuovo elemento integrato nella propria quotidianità lavorativa.

Considera pertanto di offrire ospitalità in periodi “non tradizionali”. Nelle tue comunicazioni, metti in luce gli effetti positivi che lavorare in un luogo di vacanza può avere sul benessere del consumatore.

 

2. Integra nel tuo business le nuove tecnologie

Il Customer Journey sta assumendo una forma sempre più digitale e contactless.
Oggi, infatti, il 36% delle prenotazioni dirette avviene attraverso il canale digitale, segnando un incremento del 12% rispetto al 2019. L’offerta di check-in automatizzato da parte delle strutture è in forte crescita, così come la possibilità di pagamento da mobile.

Per tenere il passo con il mercato è quindi fondamentale riuscire a trasformare i propri punti di contatto con il consumatore in un’ottica sempre più digitale.

Ulteriore tendenza in crescita è data dal Never Ending Tourism, che potremmo parafrasare con “turismo infinito”. In questa prospettiva, il canale digitale viene sfruttato per anticipare l’esperienza di viaggio, estendendola e invogliando l’utente alla visita “fisica”. Spesso ciò avviene nella fase immediatamente precedente il soggiorno, che prevede il consumo di contenuti digitali, quali ad esempio visite virtuali in musei o in aziende agricole.

L’esperienza turistica può proseguire in forma digitale anche dopo il termine del soggiorno effettivo, mantenendo aperta la relazione con la comunità ospitante. In questa fase sono frequenti gli acquisti online di prodotti tipici del territorio visitato.

 

3. Abbraccia il valore della sostenibilità

Sfruttare la leva della sostenibilità come drive di scelta del consumatore è una strategia vincente. Un’indagine svolta da Statista (2020) sulle strutture ricettive ha rilevato che il 50% dei consumatori premierà nell’immediato futuro mete e strutture ospitanti impegnate in politiche di responsabilità sociale. Un esempio di politica responsabile è dato dall’utilizzo di energia da fonti rinnovabili.

Molte città turistiche europee propongono come attrattiva di valore mezzi di trasporto che abbandonano i combustibili fossili. Il risultato è una meta di viaggio più green, che permette al turista di entrare in armonia con la natura, soddisfando il suo bisogno di sostenibilità.

 

4. Conferisci priorità alla sicurezza sanitaria

Investire nella tutela della salute dei tuoi ospiti e dei tuoi dipendenti è l’unica scelta premiante. I consumatori sono infatti altamente sensibili al tema, e la necessità di sentirsi sicuri e protetti non è derogabile.

Alla luce di ciò, è essenziale sviluppare un modello di accoglienza rispettoso di tutte le misure prescritte dalla legge e dal buon senso, modello che deve essere comunicato forte e chiaro ai consumatori. Per esempio, è importante rendere facilmente fruibili informazioni sulle strutture sanitarie cui fare riferimento in caso di necessità.

Trasformare il proprio business in tal senso può fare la differenza, portando un consumatore alla decisione di partire piuttosto che di rinunciare alla vacanza.

Operi nel settore turistico e desideri una strategia di comunicazione per migliorare le tue performance? Maja può aiutarti! Condivideremo con te la nostra esperienza nel mondo del turismo e ti consiglieremo sul tuo progetto. Contattaci per una consulenza!

Operi nel settore turistico e desideri una strategia di comunicazione per migliorare le tue performance? Maja può aiutarti! Condivideremo con te la nostra esperienza nel mondo del turismo e ti consiglieremo sul tuo progetto. Contattaci per una consulenza!