Nasce Google Pay

22 febbraio, 2018 Tag:, , ,
majablog_google-pay_facebook

Google ha unito tutti i suoi servizi di pagamento digitale in un unico marchio, Google Pay, nato con lo scopo di semplificare le transazioni online.

Nasce Google Pay, o semplicemente “Gpay”, un sistema di pagamento per gli acquisti online lanciato da Google a fine 2017.

Google ha scelto di riunire sotto un unico servizio i suoi due più importanti sistemi di pagamento: addio a Google Wallet e Android Pay, è giunto il momento di dare il benvenuto a Google Pay.

Google Pay

Nasce Google Pay

La fusione delle due piattaforme di mobile payment è stata annunciata da Pali Bhat, vicepresidente del product management della divisione Payment: “Oggi siamo lieti di annunciare che riuniremo tutti i diversi metodi di pagamento di Google, tra cui Android Pay e Google Wallet, in un unico marchio: Google Pay.” si legge sul blog ufficiale.

(https://www.blog.google/topics/shopping-payments/announcing-google-pay/)

“Nell’ultimo anno, abbiamo lavorato per rendere l’esperienza di acquisto dei consumatori più semplice e sicura. Con Google Pay infatti sarà più facile utilizzare i dati di pagamento precedentemente salvati nel tuo account Google, così da accelerare il processo di pagamento, e in piena tranquillità.”

Quando utilizzare Google Pay?

Google Pay consente di usare le informazioni per i pagamenti già inserite nel proprio account in diversi contesti, dagli acquisti effettuati tramite il browser Google Chrome agli abbonamenti su YouTube, ma anche per gli acquisti alle casse dei negozi.

Il servizio sarà progressivamente disponibile nei diversi paesi in cui sono attivi i sistemi per i pagamenti Google.

Il colosso di Mountain View ha confermato che diversi produttori di applicazioni si stanno muovendo per offrire il sistema di pagamento tramite Google Pay.

Google sceglie la semplificazione

Prima dello sviluppo di Google Pay, gli utenti potevano effettuare i pagamenti tramite Android Pay, Google Wallet o sfruttare le funzioni di Chrome di auto compilazione dei campi relativi alla carta di credito.

Tuttavia, questi diversi sistemi hanno da sempre portato un po’ di confusione tra gli utenti.

I suoi due predecessori, Google Wallet e Android Pay, non hanno mai pienamente convinto e soddisfatto le esigenze degli utenti, spingendo l’azienda statunitense a rivedere e implementare le sue app di pagamento digitale.

Google Pay è già utilizzabile?

Google Pay è già utilizzabile per fare acquisti su alcune app come Airbnb, Instacart, Fandango ed altre piattaforme sono già pronte a prendere parte al progetto (può interessarti anche: “Airbnb sfida l’agenzia delle entrate: scopri con noi di cosa si tratta.”).

Per incentivare l’uso dell’app, Google ha previsto anche degli sconti per i servizi che abbiamo citato e per altre piattaforme partnership di questo nuovo servizio.

Hai trovato l’articolo interessante? Continua a seguire il nostro Blog alla scoperta di news ed approfondimenti sul mondo del web & marketing. Clicca qui!