YouTube Shorts: dopo Facebook, anche Google sfida TikTok

27 Novembre, 2020 Tag:, , , ,
Majainternet Blog Youtube Shorts

Dopo Instagram Reels, sono sempre di più i colossi tecnologici statunitensi che cercano di capire come inserirsi nel segmento di TikTok, che rimane una delle App più scaricate dal pubblico più giovane.

Le ragioni di tanto successo? Questa gettonatissima App permette, agli utenti più creativi, di registrare video brevi e di eseguire montaggi originali utilizzando esclusivamente gli strumenti che vengono messi a disposizione dallo smartphone.

Tra questi competitor certamente vi è YouTube, la popolare piattaforma di proprietà di Google, che ha di recente annunciato il lancio della versione beta di YouTube Shorts, un’esperienza video in formato breve, concepita per creare e condividere brevi videoclip simili a quelli di TikTok.

Ma andiamo per ordine per capirne di più.

YouTube Shorts: di cosa si tratta esattamente

YouTube Shorts è chiaramente una sfida di Google a TikTok che punta su una vetrina di circa 2 miliardi di utenti attivi ogni mese. Un nuovo strumento per esprimere se stessi e la propria creatività in 15 secondi e che, basandosi su una videocamera multi-segmento, permetterà di poter inserire più videoclip insieme.

La versione beta di YouTube Shorts, in particolare, si concentrerà su tre aree principali:

1. Create = Creare. La funzionalità più importante dell’App prevede la creazione dei video in formato breve, che sarà facile e divertente. In riferimento alla versione beta già in funzione in India, si stanno testando alcuni strumenti quali la telecamera multi-segmento, che permette appunto di mettere insieme più clip video, la funzione che permette di registrare con la musica, scegliendola all’interno di una vasta libreria di canzoni sempre aggiornata, la funzione di controllo della velocità, che non dà limiti alla creatività della propria performance e, infine, un timer e un conto alla rovescia per registrare più facilmente i video anche a mani libere. Altre funzionalità di creazione saranno disponibili nei prossimi mesi.

2. Get discovered = Farsi conoscere. Sono veramente tanti gli spettatori che mensilmente si connettono su YouTube per divertirsi e imparare. Si tratta dei cosiddetti Creator, utenti che, grazie alla loro passione e al loro talento, hanno costruito un vero e proprio business su YouTube e che, grazie a questo nuovo strumento, potranno fidelizzare e far crescere ancora di più la loro community su YouTube.

3. Watch = Guardare. Iniziare a guardare i video in formato Shorts è piuttosto semplice. Ad oggi vi è un’esperienza di visione dei video simile a quella di TikTok, che ti consente di scorrere verticalmente le clip per sfogliarle e conoscerne di nuove.

YouTube: la piattaforma social di Google non poteva restare indietro

Che YouTube sia saltato nella mischia non deve affatto sorprendere. YouTube è sempre stato un luogo di intrattenimento in fatto di condivisione di musica, balli, canti e tanto altro.

Nel corso degli anni, YouTube ha abilitato un’intera generazione di creator che hanno condiviso la loro voce a un pubblico di oltre due miliardi di persone.

Recentemente TikTok ha rivelato di avere circa 50 milioni di utenti attivi al giorno solo negli Stati Uniti, mentre sarebbero 100 milioni coloro che lo utilizzano almeno una volta al mese. YouTube, grazie alle novità introdotte, potrebbe davvero tenere incollati gli utenti sulla propria piattaforma, distraendoli così da TikTok.

A tutti gli amanti della tecnologia, a tutti i creatori e artisti che vogliono sfruttare in modo strategico l’incredibile potenza degli strumenti digitali, come YouTube Shorts, per creare e pubblicare contenuti di valore, non resta che affidarsi a web agency qualificate, come Maja Internet.

Contattaci Ora.

RICHIEDI UN PREVENTIVO

Sarai ricontattato entro 24 ore da un componente del nostro Staff per valutare senza impegno la migliore strategia per la tua attività.